50 Modi per Trovare Nuovi Clienti

trovare clienti liberal studio

Esiste un metodo reale per aumentare fatturato e numero di clienti?

Sì, anzi questo è il periodo migliore per trovare nuovi clienti online, grazie ai nuovi strumenti digitali che oggi rendono possibile ciò che fino a ieri sarebbe stato molto più complesso o costoso.

Immagina quanto ti sarebbe costato 20 anni fa inviare un messaggio promozionale a 10.000 potenziali clienti, quanto tempo ci avresti impiegato (a realizzarlo e a recapitarlo), se e come avresti tracciato i risultati e quale sarebbe stato il costo economico di tutta l’operazione…

Oggi è possibile fare tutto questo con un annuncio a pagamento online, con pochi euro e in pochi minuti, andando a targetizzare esattamente il profilo del destinatario e monitorando il tutto con estrema precisione.

Ma a fronte di questo potenziale, in parallelo, anche i consumatori (ossia i potenziali clienti) si sono evoluti, diventando più esigenti di un tempo e meno semplici da convincere.

Pensa a te stesso quando devi acquistare qualcosa! Scommetto che non basta il primo venuto a convincerti a comprare ma pretendi delle garanzie, delle dimostrazioni, delle prove o uno sconto, non è così?

E’ dimostrato che oggi, prima di concludere una vendita, sono necessari ALMENO 5 – 7 punti di contatto tra venditore ed acquirente, che vuol dire che non basta che una persona entri nel tuo negozio/visiti il tuo sito perchè compri qualcosa…

Piuttosto può capitare che passi in negozio spinto dalla curiosità, che poi si informi sul tuo conto guardando le recensioni online, che misuri la tua credibilità visitando il tuo sito web, che guardi i social per vedere “che si dice in giro di te” e, magari, lì vedendo un tuo annuncio decide di registrarsi alla tua newsletter in cambio di un regalo/incentivo che lo inviti a tornare in sede… ed ecco che, finalmente, a quel punto, decide di acquistare!

Come vedi, il processo di acquisto è tutt’altro che lineare: oggi bisogna ragionare in termini di marketing mix, ossia sfruttare un insieme di strumenti e strategie di marketing coordinate.

Ma per chiarire meglio questo concetto, voglio citare la Teoria del Partenone di Jay Abraham, uno dei più noti esperti di marketing al mondo; ora guarda l’immagine del Partenone (un tempio greco, edificato oltre 2000 anni fa ad Atene), qui sotto…

partenone

Come vedi, l’intero edificio è sostenuto da decine e decine di colonne, una cinquantina per l’esattezza e tutte insieme partecipano al risultato finale, che è quello di tenere in piedi l’intera struttura.

E la stessa cosa deve avvenire nel tuo business: immagina che la struttura sia la tua azienda e le colonne i tuoi sistemi di acquisizione/entrata clienti. Quanto è solida la tua azienda? Hai costruito un sistema di colonne resistenti? Oppure hai costruito solo 2 colonne e speri che siano sufficienti a sostenere tutto?

Basare infatti il proprio modello di business su 1 solo canale di acquisizione clienti (o poco di più) è una scelta rischiosissima, infatti può capitare che, prima o poi, questo canale subisca un calo o che smetta di funzionare (per le motivazioni più disparate, ad es. può passare di moda per motivi di innovazione tecnologica o socio-culturali – prova ad immaginare cosa è successo a BlockBuster, o a social network un tempo famosi, ora dimenticati, come MySpace, FourSquare, Snapchat).

Eppure oggi sono molte le aziende che lavorano solo su una colonna, o su pochi canali isolati: ad es. c’è chi invia campagne email o SMS senza avere una strategia di innesco e conversione di quei contatti, chi fa un sito e non ci costruisce un funnel dietro, chi fa Facebook Ads e non setta il remarketing, chi invia lettere di vendita ma non ha un kit di conversione… insomma si usano strumenti e strategie spotted, senza una costruzione organica o una strategia comune.

Allora cosa bisogna fare?

Ormai dovresti aver capito, prendendo a riferimento le 50 colonne del Partenone, che anche la tua azienda deve poggiare su DIFFERENTI sistemi di acquisizione clienti, in modo che l’eventuale calo di risultato dell’uno possa essere compensato dall’altro!

A questo punto, voglio mostrarti le 50 colonne disponibili oggi per un business e chiederti: “tu quale di queste stai sfruttando?”

50 Modi per Trovare Clienti Online ed Offline

1. Sito Internet

(il sito è la tua casa sul web, una casa di proprietà, non in affitto, un porto sicuro, nonchè la base fondamentale per attivare le strategie più avanzate di web marketing)

2. Blog e strategia di Content Marketing

(a differenza del sito, avere un blog significa scrivere almeno 1 articolo a settimana ma questo ti consente di porti come un esperto autorevole e credibile, oltre al vantaggio di migliorare il proprio posizionamento sui motori di ricerca)

3. Funnel

(è uno strumento innovativo che ti consente di trasformare il sito, da piattaforma passiva, in macchina attiva di acquisizione contatti, il tutto in modo automatico)

4.  SEO e Posizionamento sui motori di ricerca

(è un’attività complessa che richiede tempo e contenuti, ma l’essere in prima pagina su Google è un vantaggio indiscutibile)

5. Live Chat

6. Remarketing

(è una strategia che consente di mostrare i tuoi annunci, non ad un pubblico indistinto ma soltanto a coloro che hanno già manifestato un interesse reale nei tuoi confronti, ad es. visitando il tuo sito)

7.  Partecipazione a Forum e Community di settore

8. Social Network

(non c’è bisogno di presentazioni, il re oggi è Facebook ma su alcune nicchie funzionano bene anche LinkedIn, Instagram, Pinterest e Twitter)

9. Youtube (e Video Marketing)

10. Ebook o Libro

(scrivere un libro, sul tuo argomento ti mette automaticamente un gradino sopra gli altri, e ti consente di risultare immediatamente più credibile e autorevole)

11. Rivista o Magazine

12. Podcast e Webinar online

13. Partecipazione a Fiere di settore

14. Influencer o Testimonial

(soprattutto se hai una startup, è molto importante sfruttare l’immagine di un testimonial famoso o godere dell’endorsement di un blogger o influencer, famoso nel tuo campo)

15. Pop-up

16. Banner in siti di settore

(una strategia per acquisire traffico di potenziali clienti in target a basso costo)

17. Link building

(ottenere link e citazioni online, che rimandino al tuo sito, in modo naturale è importante per favorire il tuo posizionamento sui motori di ricerca)

18. Guest Post

(consiste nello scrivere un contenuto per un sito altrui, in cambio della propria pubblicità, nell’articolo stesso)

19. Local Optimization

20. Passaparola

21. PPC (pay per click)

(tramite Google Adwords e Facebook Ads puoi ottenere tutto il traffico di clienti target di cui hai bisogno, ad es. mostrare il tuo annuncio a 10.000 persone pagando pochi euro)

22. Slideshare e Presentazioni

23. Newsjacking

(una particolare attività di intelligence e acquisizione di brand reputation su forum, community e social network)

24. QR code

(puoi usare un QR specifico al fine di tracciare e monitorare uno specifico canale e strumento di marketing)

25. Mailing list e Newsletter

26. SMS Marketing

27. Email Marketing e DEM (direct email mkt)

(attività pubblicitaria basata sull’invio di un messaggio pubblicitario tramite email verso una lista di utenti selezionati e in target)

18. CRM e Database

(è molto importante sapere gestire, con apposite campagne di riattivazione, i clienti attuali, quelli persi, le persone che hanno chiesto preventivi in passato etc)

29. Product Placement

(molto in voga su YouTube o sui social, consiste nell’accordarsi con il conduttore di un canale o di un account, al fine di inserire il tuo prodotto all’interno di un suo video, così da beneficiare di un immediato ritorno di visibilità)

30. Cataloghi e fiere di settore

31. Richieste di referenze attive sui già clienti

32. Sponsorizzazioni

33. Joint Venture

34. CoMarketing o Partnership commerciale

(strutturare una collaborazione con un’azienda complementare, ad es. tu sei un parrucchiere e ti accordi con un centro estetico per favorire uno scambio reciproco di clientela)

35. Allestimento della Vetrina (possesso di un Negozio)

36. Contest Virali online – offline

(online tramite software ad hoc come UpViral, offline con iniziative tipo “Scatta un selfie e condividi sui social, per vincere lo sconto”)

37. Eventi con sconti speciali

38. Sondaggi (di mercato e gradimento)

39.  Telefonate e Telemarketing

(attività condannata dai più ma ancora molto efficace, sia in ambito B2C che B2B, soprattutto se successiva ad una campagna di lettere o volantinaggio cartaceo)

40. Dirette – Porta a Porta

41. Lettere di Vendita (Sales Letter)

(è una lettera cartacea, scritta secondo i canoni del copywriting, ossia lo scrivere per vendere)

42. Advertising sui mezzi di trasporto – Insegne e Cartelloni

43. TV

44. Radio

(questi ultimi strumenti, appartenenti più ai media tradizionali che ai new media, sono ancora efficaci, soprattutto per le grandi aziende – meno per le PMI – se costruiti secondo i canoni del marketing diretto)

45. Press Kit e Ufficio Stampa

46. Welcome Box

(al fine di incrementare il tasso di chiusura/vendita, per valorizzare il tuo prodotto o servizio puoi consegnare al cliente un kit di benvenuto, in modo da  accreditarti agli occhi del cliente, rispetto agli altri concorrenti)

47.  Networking

48. Associazioni di categoria dei clienti o gruppi di ritrovo (come BNI, AperiJob etc)

49. Rete commerciale con un Sistema di Vendita efficace

50. Pubbliche Relazioni (PR)

E tu, quali di queste strategie conosci e stai sfruttando?

A questo punto, se sei arrivato fin qui e sei interessato a capire quali di questi canali sfruttare, e come, all’interno della tua azienda, o se stai cercando un modo per far evolvere, una volte per tutte, senza più tentativi o singhiozzi, il tuo business, contattaci senza impegno oppure scopri tutto questo (e molto di più) sul nostro manuale libro di marketing PEM “Pura Essenza di Marketing”, cliccando sul banner sotto!

Scopri le più complete strategie di Marketing (strategiche e operative) nel Manuale PEM

libro marketing